Fatti di Samuel Seabury


Il teologo americano Samuel Seabury (1729-1796) è stato una figura importante nella fondazione della Chiesa episcopale negli Stati Uniti.

Samuel Seabury è nato a Groton, Conn., il 30 novembre 1729, figlio di Samuel Seabury, un ministro della Chiesa Congregazionale che si convertì alla Chiesa d’Inghilterra e fu ordinato al suo ministero nel 1730. Il giovane Seabury si è laureato allo Yale College nel 1748, è andato in Inghilterra nel 1751, ha studiato medicina a Edimburgo ed è stato ordinato nel 1753. Un anno dopo tornò in America sotto l’egida della Society for the Propagation of the Gospel e divenne rettore di Christ Church, New Brunswick, N.J. Più tardi servì le chiese in Giamaica e Westchester, N.Y.

.

Il conflitto ha caratterizzato la vita di Seabury. Era un alto ecclesiastico e un monarchico. Credeva che l’istituzione di un forte episcopato in America dovesse avere la precedenza sull’organizzazione di una chiesa nazionale. Una prima polemica ha lasciato un segno su di lui. I dissenzienti, che erano in maggioranza nella sagrestia giamaicana, si opposero all’azione del governatore nel fare di Seabury, piuttosto che l’uomo che avevano scelto, il ministro della città. Più tardi, a Westchester, usando uno pseudonimo, scrisse degli opuscoli in difesa della Chiesa d’Inghilterra e del dominio britannico in America. Nel novembre 1775 fu arrestato, ma gli fu permesso di tornare a Westchester due mesi dopo. Si rifugiò dietro le linee britanniche nel settembre 1776 e nel 1778 fu nominato cappellano di un reggimento britannico. Dopo la guerra ricevette una pensione dal governo britannico.

Nel 1783 Seabury fu scelto dal clero del Connecticut per ottenere la consacrazione come vescovo. La mancanza di vescovi in America era stata un ostacolo alla crescita della Chiesa, perché l’ordinazione poteva essere effettuata solo in Inghilterra. Ma le autorità inglesi non acconsentirono alla candidatura di Seabury, che fu consacrato nella Chiesa episcopale di Scozia nel novembre 1784. L’anno successivo tornò in America come rettore della St. James Church, New London, Conn., e vescovo del Connecticut, il primo vescovo della Chiesa episcopale del Paese.

Gli sforzi per istituire una Chiesa episcopale nazionale erano iniziati durante l’assenza di Seabury. La sua posizione di vescovo causò una certa opposizione all’unificazione; alcuni ecclesiastici lo condannarono a causa delle sue azioni a sostegno degli inglesi; altri dubitavano della validità della sua consacrazione. Tuttavia fu fortemente sostenuto dalla maggior parte del clero del New England, e l’unità della Chiesa fu raggiunta al Congresso generale del 1789 a Filadelfia. Seabury morì il 25 febbraio 1796 a New London.

Ulteriori letture su Samuel Seabury

James Thayer Addison, La Chiesa episcopale negli Stati Uniti, 1789-1931 (1951), fornisce un resoconto delle attività di Seabury. Raymond W. Albright, Una storia della Chiesa Episcopale Protestante (1964), contiene maggiori dettagli e documentazione. Il classico schizzo biografico di Seabury si trova in L’episcopato in America di William Stevens Perry (1895).

.

Altre fonti biografiche

Mitgang, Herbert, L’uomo che cavalcava la tigre: la vita del giudice Samuel Seabury e la storia della più grande indagine sulla corruzione cittadina di questo secolo, New York: Norton, 1979, 1963.

Seabury, Samuel, L’apprendista di Moneygripe: il racconto personale di Samuel Seabury III, New Haven: Yale University Press, 1989.


GOSTOU? PARTILHE COM OS SEUS AMIGOS!