Fatti di Caterina d’Aragona


Le vite dei re e delle regine d’Inghilterra, a cura di Antonia Fraser, in punto di morte, Enrico VII consigliò al figlio di sposare Caterina “per preservare l’alleanza spagnola”. Altri storici contestano la validità di questa promessa, in particolare a causa dei maltrattamenti subiti da Caterina per mano di Enrico VII. Un’altra teoria è che il nuovo re voleva assicurarsi un successore in tempi brevi. Tuttavia, ci sono tutti i segni che indicano che Henry ha scelto Catherine per motivi romantici. Avrebbe potuto facilmente essere innamorato di lei, perché era una delle poche donne con cui aveva potuto parlare da adolescente. Caterina era “delicata e aggraziata, con occhi fini”. Per quanto riguarda il giovane re, Fraser ha aggiunto che Enrico “era abbastanza giovane da essere innamorato” e che era “affascinato dalla principessa che era suo dovere sposare”.

<Fidei Defensor. La sua pietà è aumentata con l’età, così come il suo interesse per gli studiosi per continuare a migliorare ed educare sua figlia. L’apprendimento tra le donne è diventato di moda grazie all’influenza di Catherine. L’influenza di Catherine comprendeva il St. John’s College di Cambridge, il Queens College, il Cardinal College di Oxford e Corpus Christi.

Un re senza un erede maschio teme per la successione al trono. Fu in quel momento che Anne Boleyn, una signora in attesa di Caterina, attirò l’attenzione di Enrico. Poiché Anna si rifiutava di essere meno che regina, Enrico aveva bisogno di una via d’uscita dal suo matrimonio. Nel 1527, Enrico utilizzò un passo del Levitico nella Bibbia come prova che il suo matrimonio con la moglie di suo fratello non era considerato favorevolmente da Dio e che quindi era maledetto senza un figlio. Affermava che la sua coscienza non poteva permettergli di continuare il matrimonio e chiedeva quello che, in termini moderni, sarebbe stato un annullamento. Il cardinale Wolsey ha istituito un tribunale formale per indagare sulla validità del matrimonio. Il papa rifiutò di permettere alla corte inglese di giudicare il caso perché al momento del matrimonio era stata emessa una dispensa papale nel 1509, ma rinviò la decisione per molti anni. Wolsey cercò di far accettare a tutti i vescovi inglesi che il matrimonio non era valido per forzare la mano del Vaticano, ma John Fisher, vescovo di Rochester (che fu poi giustiziato da Enrico VIII) rifiutò.

Nel 1534, il Papa trova per Caterina e convalida il suo matrimonio, ma non fa molta differenza, mentre il Re si prepara alla nascita del suo secondo figlio da parte di Anna Bolena. Enrico si separa ufficialmente dalla Chiesa Cattolica Romana, e l’Arcivescovo Lee di York e il Vescovo Tunstall di Durham amministrano il Giuramento di Successione a Caterina, che nomina Enrico come Capo della Chiesa d’Inghilterra, lei come Vedova del Principe Arthur, e i figli di Enrico da parte di Anna come suoi legittimi eredi. Catherine ha rifiutato. Il Parlamento approvò presto la legge sulla supremazia, che fece di Enrico il capo della Chiesa d’Inghilterra.
< Alla fine, Enrico fu crudele con Caterina, costringendola a vivere in clausura e rifiutandole di permetterle di vedere la loro figlia. Morì al castello di Kimbolton, vicino a Huntington, nel 1536. Alla fine, è stata meno mantenuta nella reale e più simile a una suora. Era stata spogliata dei suoi gioielli per ordine del re anni prima. Caterina fu sepolta nella Cattedrale di Peterborough sotto l'emblema del Galles e della Spagna, non dell'Inghilterra. Enrico continuò a cercare un erede e nella fretta di sposare la sua terza moglie, il suo matrimonio con Catherine fu finalmente riaffermato e il suo secondo matrimonio fu considerato invalido.

Ulteriori letture su Catherine d’Aragona


GOSTOU? PARTILHE COM OS SEUS AMIGOS!